-10% SUL TUO PRIMO ORDINE CON IL CODICE BENVENUTO - CONSEGNA IN 48/72o IN UE e REGNO UNITO, GRATUITA DA 69 €.

Olio CBD e Olio di Canapa: quali sono le differenze?

Scritto da: Arthur Leclerc

|

Ascolta questo articolo:

Olio CBD e Olio di Canapa: quali sono le differenze?

Il CBD e l'olio di canapa provengono dalla stessa pianta di canapa. Possiamo quindi legittimamente chiederci se si tratti dello stesso prodotto, con nomi diversi. Non è così ! Ci sono infatti grandi differenze tra i due, che vi presentiamo in questo articolo. Cominciamo con l'olio di canapa.

Cos'è l'olio di canapa?

Come l'olio d'oliva o quello di noci, l'olio di canapa è un olio alimentare, apprezzato per il suo gusto. Il suo processo di produzione è paragonabile a quello di altri oli di questo tipo. La sostanza base sono i semi di canapa, la cui buccia è particolarmente resistente. Per produrre l'olio, i semi vengono mondati e versati in un mulino. Si passa poi alla spremitura a freddo per ottenere un olio di colore giallo verdolino pronto per essere consumato.

È anche possibile spremere i semi di canapa ad alte temperature. Questo metodo di produzione è però considerato meno delicato, con il rischio di perdita degli aromi. Il risultato è un olio di canapa dal colore verde scuro con un gusto di nocciola molto intenso e piuttosto sgradevole.

L’olio di canapa è più di un semplice olio commestibile

L’olio di canapa può fare molto di più che semplicemente arricchire i piatti. Contiene vitamine E, B1, B2, minerali come magnesio, potassio e calcio. Sono presenti anche oligoelementi come zinco, ferro, rame e manganese. Gli esperti lo ritengono inoltre particolarmente salutare grazie al suo significativo apporto di acidi grassi polinsaturi, che favoriscono la regolazione della pressione sanguigna e che riducono l'incidenza delle malattie infiammatorie croniche .

L'olio di canapa (olio di semi di canapa) fornisce quindi acidi grassi essenziali, vitamine, minerali e oligoelementi. Attenzione però agli effetti collaterali in caso di consumo eccessivo di acidi grassi, per i quali si consiglia un dosaggio equilibrato .

Olio di canapa per uso interno ed esterno

L'olio di canapa è un olio secco che non ostruisce i pori e penetra rapidamente nella pelle. Gli acidi grassi in esso contenuti, come l'acido linoleico, l'acido alfalinoleico e l'acido gamma linolenico, sono considerati sostanze benefiche per la pelle.

Gli studi suggeriscono che possono regolare i livelli di idratazione, alleviare l’irritazione e il prurito. Si può anche presumere che anche la vitamina E e i pigmenti vegetali clorofilla e carotenoidi abbiano un effetto antiossidante .

Cos'è l'olio CBD?

La materia prima più importante per la produzione dell'olio CBD sono i fiori, o meglio i tricomi (peli vegetali) sui fiori della pianta femmina di canapa. È qui infatti che si trova la maggiore quantità di cannabidiolo (CBD). Per comprenderlo appieno, devi sapere che la pianta di canapa contiene più di 100 cannabinoidi diversi. La pianta ha bisogno di questi composti chimici per difendersi dai predatori e per proteggersi, ad esempio, da batteri o funghi.

Il cannabidiolo (CBD) e il tetraidrocannabinolo (THC) sono i cannabinoidi più conosciuti. A differenza del THC, il CBD non ha proprietà psicoattive. La psicoattività è caratterizzata quando una sostanza agisce sul sistema nervoso centrale e innesca cambiamenti nella percezione e nella coscienza. I produttori di olio di cannabidiolo utilizzano esclusivamente piante di canapa che contengono solo piccolissime tracce di THC come richiesto dalla legge francese, ovvero un livello che non deve superare lo 0,2%.

Huile de CBD et Huile de Chanvre


Produrre l'olio di CBD

Dopo la raccolta, i fiori dovrebbero essiccare per un massimo di sette giorni in una stanza buia e ben ventilata. Il CBD è poi presente sotto forma di acido cannabidiolico, chiamato anche CBDA. Il CBDA è un precursore chimico del cannabidiolo. Per trasformare l'acido in Cannabidiolo è necessario riscaldare il materiale vegetale. Questo processo è chiamato decarbossilazione; durante il riscaldamento, l'acido si separa e rimane il CBD. Per recuperare il CBD dai fiori secchi, viene quindi applicata l'estrazione con CO2 o utilizzando un solvente come l'alcol.

I produttori aggiungono poi un olio vettore (ad esempio olio di semi di canapa , di vinaccioli o di oliva) all'estratto così ottenuto, in modo da facilitare l'utilizzo dell'olio CBD.

I benefici del CBD

Numerosi feedback e valutazioni dei consumatori attestano i benefici della molecola CBD. Pertanto, affermano di utilizzare il cannabidiolo contro molti disturbi, ad esempio contro il dolore, i disturbi del sonno, lo stress, l'ansia, l'infiammazione o i problemi della pelle. Ad esempio, alcune donne riferiscono di utilizzare il CBD durante la menopausa .

Molti consumatori utilizzano il CBD per migliorare il proprio benessere generale. Sebbene sia ancora troppo presto per confermare tutti i benefici del cannabidiolo, la maggior parte degli studi pubblicati finora offrono speranza. Sembra che la pianta di canapa offra una gamma eccezionale di benefici, di cui il CBD è sicuramente il più promettente.

Olio di canapa o CBD? due usi molto diversi

Capirai che questi due oli, pur provenendo dalla stessa pianta, hanno due scopi diversi, a seconda che siano prodotti dai semi o che il CBD sia ricavato dai fiori femminili della pianta. Sebbene sia ancora troppo presto per poter confermare scientificamente l’effetto del Cannabidiolo su determinate malattie e condizioni, la maggior parte degli studi pubblicati finora offrono speranza.

L'olio di semi di canapa offre alti livelli di nutrienti chiave ed è un popolare prodotto culinario e cosmetico. Il cannabinoide interagisce con il nostro sistema endocannabinoide e con altri recettori per produrre un cambiamento fisiologico. Puoi quindi consumarli separatamente, ognuno con vantaggi unici.

STAY UP TO DATE

Submit your email to get updates on products and special promotions.